Categorized |

Paola Castagna - Bio


Paola Castagna è poeta, fotografa, critica d’arte e letteraria. 
È nata a Mantova, dove vive e lavora.

Nel 2002 una sua silloge è comparsa nell’antologia Verbamarket 4 (vetrina di giovani scrittori mantovani).

Nel 2003 ha editato un cd (Orme in ombra) nel quale, con un attore e un musicista, interpreta le sue poesie.

Nel 2005 ha pubblicato con Fara Editore le due raccolte Figli, come cotone al vento e Erateide… ne vorrei fare un giardino.

Nel 2006 è comparsa sull’Agenda Il segreto delle fragole per LietoColle Editore.

Sempre nel 2006 ha pubblicato Scriverti addosso per I Manifesti della Coen Tanugi Editore di Milano.

Nel 2007 un suo insieme titolato Lettere è comparso nell’antologia Specchio poetico, per Fara Editore, e sempre in quell’anno suoi testi sono stati inclusi nell’antologia Di quel fuoco, versi erotici per Giulio Perrone Editore.

Nel 2008 una sua silloge compare nell’antologia Vicino alle nubi sulla montagna crollata, curata da Enrico Cerqueglini e Luca Ariano (Campanotto Editore). 
Ha collaborato con la rivista letteraria LACIO DROM, buona strada e cura la segreteria della rivista di arte, letteratura e idee ALI, diretta da Gian Ruggero Manzoni (Edizioni del Bradipo).

Fa parte del progetto Ultranovecento come poeta. Compare su vari cataloghi d'arte sia come critica che come fotografa.

Nel 2010 la sua prima personale di fotografia, Confini.

Fotografa di tanti artisti, le piace entrare nei loro studi e immortalare l'uomo e l'artista, ama fotografare paesaggi, nei suoi continui viaggi, fotografie che scatta mentre guida, imprudente, sì, ma anche la sua fotografia lo è. 
Curiosa come poche, sempre alla ricerca di trovare quel "perchè" che fa la differenza. Talmente ostinata che porta avanti il progetto 7 fotografi, per 7 storie . Sette fotografi appunto, professionisti, che la fotografano, e lei che fotografa loro, cosa rara per un fotografo (Marzio Bondavalli, Paolo Liaci, Daniele Tinti, Fabrizio Orsi, Paola Castagna, e ultimi due in fase di decisione). 
Sostiene che attraverso i ritratti l’analisi dell’uomo viene caratterizzata e motivata dal fattore terzo occhio che permette di evidenziare aspetti della nostra personalità, in nessun altro modo visibili. Per questa ragione, lei per prima, come modella, ci vuole mettere la faccia e cerca le prove di tale tesi. Su questo tema sta elaborando un progetto di scrittura, Analisi della specie, attraverso il ritratto.

Nell’estate 2012 l'incontro con Alberto Casiraghi le cambia la vita (con il quale pubblica, assieme all'artista Tania Lorandi per il Pulcinoelefante nel 2012 e nel 2014). 
Filosofi, poeti, fotografi, diventano determinanti per la sua crescita artistica. Cerca l'Uomo dalle grandi cose, per saziare quel suo senso di verità che tanto esiste, fotografa l'anima, qualsiasi essa sia.

Tra il 2012 e il 2013 l'incontro con Paul Polansky la porta nella terra degli zingari, in Serbia, intensità artistica, fotografica, viaggio nel tempo,determinante per la stesura della sua ultima raccolta poetica, di prossima pubblicazione.

Nell' Ottobre 2014, collettiva in Brescia, come fotografa, negli eventi di Brescia Cultura, la mostra Roack " Pietre concettuali" 
una collettiva per festeggiare i 10 anni di OA EticOAtelier (ottobre 2004 ottobre 2014).
Dall'insignificante grano di ghiaia dei giardini alle pietre levigate dall'acqua, dalle montagne ai selciati.

Come fotografa espone scatti di una Mantova inedita. 
In cantiere tra altri, il progetto poetico e fotografico sul Sacro, nel viaggio mistico del Cammino di Compostela.