Cerimonia di premiazione del secondo bando "Cosa vorrei nella mia città" - A cura di Rosalba Pipitone





Si è svolta giovedì 6 aprile 2018 la cerimonia di assegnazione del premio del secondo bando del concorso Cosa vorrei nella mia città rivolto agli studenti dell’Istituto Tecnico per Geometri di Petrosino.
Il bando, alla seconda edizione, è stato fortemente voluto dal dott. Franco Spedale, Presidente del Consiglio di Amministrazione della società CARMECCANICA s.r.l., per commemorare la scomparsa della moglie Paola Bonanomi (amministratore delegato della suddetta CARMECCANICA), persona dalle alte qualità umane e strettamente legata a Petrosino, città che ha tanto amato e dove trascorreva buona parte dell’anno. Lo scopo del bando, era quello di realizzare un’idea progettuale relativa al tema sopra citato per descrivere in che modo trasformare, da futuri geometri, un’area urbana, un edifico,  un’infrastruttura nella propria città, o creare qualcosa di nuovo che possa rendere più vivibile e accogliente il Comune di Petrosino.

I criteri per l’assegnazione dei premi sono stati:

- L’originalità dell’idea progettuale
- Il rispetto delle norme urbanistiche ed ambientali
- La rappresentazione grafica del progetto
- La completezza degli elaborati (relazione tecnica, elaborati grafici con il programma di disegno Cad e plastico)

A decretare l’assegnazione dei premi è stata una commissione composta da:

- Il Dirigente Scolastico
- Docenti laureati in architettura della nostra scuola (massimo tre)
- Docenti laureati in ingegneria della nostra scuola (massimo tre)
- Dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Petrosino
- Un rappresentante della Società Carmeccanica S.R.L. o un suo delegato
- Il docente referente del suddetto bando
- Docenti collaboratori (due)

I premi, per un totale di mille euro, sono stati così suddivisi:

- 500 euro al primo classificato
- 300 euro al secondo classificato
- 200 euro al secondo classificato

I bandi messi in palio sono in totale 5 a partire dall’anno scolastico 2016/2017.
Il dott. Franco Spedale si impegna quindi per i prossimi tre anni manifestando la volontà di creare un bando che metta in evidenza l’arredo urbano di Petrosino di cui risulta carente.

Presenti alla cerimonia di premiazione parte dell’amministrazione comunale nelle persone dell’assessore Rocco Ingianni, l’architetto Vito Laudicina, il comandante dei vigili Giuseppe Pace.

Alla cerimonia prende la parola la dirigente scolastica Grazia Maria Lisma ribadendo che “una comunità educante non può essere educante se non ci sono relazioni umane autentiche, cosa che in questa scuola c’è” e ringraziando i professori presenti e soprattutto il dott. Franco Spedale per la volontà di aver fatto dono di questi premi in commemorazione della moglie defunta, e le persone presenti a rappresentare l’amministrazione comunale alle quali viene fatta l’esplicita richiesta di accogliere in uno spazio all’interno del Comune, i plastici realizzati.

Difficile e complicata l’assegnazione del premio al primo, secondo e terzo classificato.
Ne parliamo con l'architetto e professore Manlio Gerardi, facente parte della commissione: “La commissione è stata messa in difficoltà perchè i lavori realizzati sono stati di una qualità eccellente e quindi, appunto, trovare il lavoro più bello, più realizzabile, l’idea più originale”.
Il professore Giuseppe Morsello parla di “una doppia composizione. Una prima riguardava un manufatto edilizio che poteva essere un chiosco, un ristorante, un bar, parliamo dell’elemento architettonico. Una seconda composizione riguardava l’elemento planimetrico urbanistico. Siamo quindi partiti dall’elemento piccolo all’interlotto” e si ritiene soddisfatto e orgoglioso del lavoro svolto dei suoi alunni.

Pia Vallone, responsabile della sede staccata di Petrosino, ringrazia vivamente il dott. Franco Spedale per aver scelto l'Istituto Tecnico per Geometri di Petrosino e per aver dato ai suoi alunni l'opportunità di far emergere le loro potenzialità, creatività e originalità.

Il dott. Franco Spedale si ritiene soddisfatto del lavoro svolto da tutte le parti in causa, giudicando il lavoro complesso, originale, innovativo per una piccola realtà territoriale come Petrosino e mette al primo posto le idee di questi giovani,  affida loro la speranza di un futuro migliore e più sostenibile nel Comune di Petrosino.

A fine cerimonia è seguito un rinfresco offerto dal dott. Franco Spedale.

Il dott. Franco Spedale, la professoressa Patrizia Gancitano, la responsabile della sede staccata di Petrosino Pia Vallone e la dirigente scolastica Grazia Maria Lisma



L'amministrazione presente nelle persone dell'assessore Rocco Ingianni, l'architetto Vito Laudicina e il comandate dei vigili Francesco Pace.



I plastici vincenti:





Particolari dei plastici


 

I video della premiazione: